Giovedì 9 febbraio al Massimo lo spettacolo Vita da Polli

Vita da polliVita da polli

Il 9 febbraio prossimo, presso il cinema teatro Massimo di Pescara, ci sarà per la prima volta, un nuovo spettacolo a cura di Muré Teatro, dal titolo VITA DA POLLI. In scena gli interpreti Francesca Camilla D’Amico, Paolo Diodato e Marcello Sacerdote.

Lo spettacolo è patrocinato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Pescara. Stamane la presentazione in Comune in presenza dell’assessore Giovanni Di Iacovo, Marcello Sacerdote e Francesca Camilla D’Amico di Murè.

“A Pescara torna con questo spettacolo la Commedia dell’Arte a Pescara – commenta l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Un’occasione per rendere caleidoscopico tale ritorno di un genere che ho avuto modo di studiare da ragazzo e di recitare da attore. Un genere che ha un grande fascino sotto ogni punto di vista e che con il suo articolarsi di storie ha ispirato anche tante produzioni cinematografiche e serie televisive che sono espressamente formate a quella tradizione. Un genere arricchito anche dall’artigianato, per le maschere, che sono amate perché appartengono al dna culturale di questo paese e portano la storia di questi personaggi in tanti paesi del mondo”.

“Presentiamo uno spettacolo di Commedia Dell’Arte, stile teatrale italiano nato nel cinquecento che ha reso celebre il nostro paese nel mondo – così Marcello Sacerdote e Francesca Camilla D’Amico – Un lavoro nato da una collaborazione importante con Ars Comica e Antonio Fava,  autore, attore e regista, affermato a livello internazionale per la sua preziosa ricerca e le sue numerose produzioni nel campo del teatro e della Commedia Dell’Arte. E’ anche l’invito alla riflessione umana che esprime le cose più primitive, dall’amore alla fame. La commedia dell’arte è stata ripresa nei secoli, ma solo oggi sta trovando un suo nuovo inizio, tant’è che siamo stato selezionati con altre 5 compagnie italiane per la giornata internazionale della Commedia dell’arte che si celebrerà a Padova il prossimo 24 febbraio; e noi avremo l’onore di rappresentare l’Abruzzo”. Il costo del biglietto è di 10 euro.

Articolo offerto da: