Premio Design Abruzzo 2017, una regione deputata alla creatività

Premio Design Abruzzo

Al via il terzo Premio Design Abruzzo, organizzato dall’associazione culturale P.D.A. Premio Design Abruzzo e patrocinato dal Comune di Pescara e degli Ordini professionali degli architetti delle Province di Teramo e Pescara e degli ingegneri della Provincia di Pescara e il sostegno di Fondazione Pescarabruzzo e Linealight group.

Il premio si svolgerà all’Aurum, cornice per la presentazione dei progetti, con la manifestazione in programma dal 11 al 13 maggio 2017, ma è preceduto da un concorso rivolto ad un pubblico di creativi e talenti del design a cui il premio si riferisce e il cui bando è stato pubblicato oggi sul sito dell’associazione e presentato in conferenza stampa dall’assessore alla cultura del Comune di Pescara Giovanni Di Iacovo e dal comitato organizzativo del Premio: l’Architetto Damiano De Candia, Claudia Ciccotti, Daniele Presutto, Francesco Verini e Beppe Barone.

Le dichiarazioni

“Salutiamo con curiosità e attenzione questa terza edizione di un premio biennale – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Attenzione, perché la nostra è una città creativa, vetrina ottimale di una regione dove trovano espressione belle e importanti energie creative giovani e consolidate, che ad ogni edizione il Premio chiama a raccolta e che possono aiutarci a rendere più belli, più fruibili e più sostenibili i nostri ambienti vitali, città non escluse. La curiosità deriva dal risultato del concorso che quest’anno ha valenza internazionale e quindi è destinato a regalare sorprese con partecipazioni che arriveranno da tutta l’Europa. Aspettiamo di vedere tutti gli elaborati, che diverranno sostanza della mostra e del catalogo che accompagnerà il Premio, ma anche spunti realizzati o da realizzare per arricchire la realtà. A tale proposito stiamo pensando ad aprire una finestra a tale creatività, perché possa rendere attrattivi anche spazi che ad oggi il Comune non utilizza e possa trovare lì sede. Un progetto che diverrà anch’esso un bando che lanceremo a breve, per dare espressione ad energie e idee che possono cambiare in meglio il nostro mondo”.

“La terza edizione del Premio verterà sulla progettazione di sistemi di illuminazione – così il comitato organizzatore – tema che oggi è abbastanza attuale anche dal punto di vista del risparmio energetico. Una scelta che deriva dal fatto che l’efficientamento parte anche dal miglioramento dei sistemi illuminanti e anche perché i concorsi di progettazione rivolti all’illuminazione sono ancora rari, sia a livello italiano che europeo, per questo la possibilità di partecipare è estesa anche a progettisti europei, non solo italiani. Un bando internazionale, dunque, con due sezioni, per liberi professionisti e studenti, che dovranno mandare gli elaborati entro il 4 aprile. Il 13 maggio ci sarà la premiazione dei progetti, che saranno tutti ricompresi nel catalogo e la maggior parte dei quali sarà oggetto di una mostra che accompagnerà l’evento 2017. Il premio è arrivato alla terza edizione e nel corso degli anni è passato da una valenza regionale a una europea, con un’evoluzione e un ampliamento dei partecipanti e dei fruitori.

L’associazione Pda dal 2012 si occupa dell’organizzazione del Pda, riunisce professionisti sia nel campo del design che dell’architettura e dell’economia e si occupa in generale della promozione del buon design. L’Abruzzo ha belle risorse sul fronte del design, una realtà emersa durante la prima edizione, esclusivamente regionale, che ha visto la partecipazione di 80 progetti tra realizzati e idee di progetto. Un premio che guarda al futuro: uno degli obiettivi dell’associazione per i prossimi anni sarà anche quello di organizzare un’esposizione dei lavori e dei progetti di design di concerto con l’Amministrazione, per dare ulteriori spazi alla creatività di cui si fa promotore”.

Il bando

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "Premio Design Abruzzo 2017, una regione deputata alla creatività"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*