Farindola, i genitori di Jessica Tinari: “Non perdiamo la speranza di riabbracciarli”

Mario TinariMario Tinari

di PAOLA D’ADAMO

I soccorritori a Farindola continuano a lavorare senza sosta per poter salvare ancora i superstiti dell’hotel Rigopiano, la struttura, travolta dalla valanga la settimana scorsa. Parla il papà di Jessica Tinari, una delle ragazze disperse.

Mentre cresce il numero delle vittime, all’ospedale di Pescara Mario Tinari e la moglie Gina non perdono la speranza di poter riabbracciare la figlia Jessica 24 anni e il fidanzato Marco Tanda 25 anni della provincia di Macerata. La giovane coppia, che sta insieme da 9 anni, martedì scorso aveva raggiunto l’hotel Rigopiano per trascorrere una sola notte. “Jessica e Marco –racconta Mario Tinari- sono partiti in macchina martedì 17 gennaio. Marco, per me è un figlio, anche lui come Jessica non ha fratelli o sorelle. E’ un pilota d’aerei, vive a Fiumicino, ma appena può viene a casa mia. Questo mese era in ferie, stava da me e avevano deciso di andare un giorno a Rigopiano. Ero preoccupato per la neve e avevo cercato di convincerli a non partire, ma hanno insistito e sono andati ugualmente”.

Jessica e Marco

Jessica e Marco

Jessica  aveva scritto dei messaggi alla madre e aveva spiegato che aspettavano lo spazzaneve prima di ripartire. La sera alle 20.40 ero a casa di mio fratello che vive nel mio stesso stabile, ho visto improvvisamente, mentre spiegavo dove si trovava Jessica, la notizia della valanga in tv. Di corsa urlando sono andato a casa e ho comunicato la notizia a mia moglie. Abbiamo provato a chiamare mia figlia ma, inutilmente, non c’era campo. Siamo partiti per Penne siamo andati al Centro operativo. Quando hanno tirato fuori i primi sopravvissuti c’è stata un’iniezione di fiducia per tutti. Non ho perso la speranza perché mi hanno detto che devono abbattere ancora un ultimo muro, quello che separa la cucina dal bar, un muro portante spesso 80 centimetri nel quale stanno cercando di aprire un varco”. Il papà vastese poi si sfoga sul ritardo dei soccorsi. “In questa vicenda molti hanno sbagliato e dovranno assumersi le loro responsabilità. Insieme agli altri famigliari faremo battaglia. Non mi fermerò, con o senza Jessica”.

Articolo offerto da:

Bar Roberto

Be the first to comment on "Farindola, i genitori di Jessica Tinari: “Non perdiamo la speranza di riabbracciarli”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*