Alberto Gilardino, il nuovo bomber del Pescara

alberto-gilardino-durante-lallenamentoalberto-gilardino-durante-lallenamento

Il cantante Povia gli ha dedicato un album dal titolo: “Sono un centravanti di mestiere”; è giunto con sei mesi di ritardo, ma alla fine l’ex campione del mondo Alberto Gilardino è arrivato ieri a Pescara.

Abile sia di testa che in acrobazia, è un attaccante che predilige farsi servire in area di rigore, dove può sfruttare le sue doti di tempismo e opportunismo, e le sue capacità di proteggere la palla, facendosi trovare in posizione sui cross dei compagni. È inoltre capace di dare profondità alla squadra e di tirare di prima intenzione, così come di difendersi spalle alla porta e concludere a rete. È un destro naturale, ma negli anni in cui ha militato al Parma ha saputo migliorarsi anche con il sinistro. Queste le caratteristiche essenziali del nuovo centravanti del Pescara, Alberto Gilardino, chiamato a sostituire l’ex centravanti Gianluca Lapadula ora al Milan.

Nella sua lunga carriera il Gila ha militato in diverse squadre: inizia a giocare con la Cossatese, prima di approdare alle giovanili della Biellese. Dopo circa un anno Gilardino passa al Piacenza, dove cresce nelle squadre Allievi e Primavera, per poi approdare in prima squadra. Il tecnico Simoni, lo fa esordire in serie A a 17 anni, in Piacenza – Milan.

Dopo Piacenza, Gilardino si trasferisce al Verona, che ne acquisisce il cartellino in comproprietà. Dopo due stagioni al Verona, nel giugno 2002 passa al Parma, voluto da Cesare Prandelli.

Dopo aver trascorso i suoi anni migliori al Parma, il Gila si trasferisce al Milan, nella stagione 2006-2007 realizza 12 reti su 30 presenze, sempre con la maglia rossonera Gilardino conquista una Champions League.

Terminata l’esperienza rossonera Gilardino, si trasferisce alla Fiorentina, per poi proseguire la sua carriera con Genoa, Bologna, Guangzhou, Palermo, Empoli ed infine Pescara. Con la maglia della Nazionale, Gilardino ha conquistato nel 2006 una Coppa del Mondo, ed ha realizzato 19 reti; in serie A finora ha totalizzato ben 188 reti. Ora ha un obiettivo in mente riuscire a raggiungere quota 200 reti nella massima serie, ed entrare nel guinness dei primati.

“Sono convinto che possiamo fare un grande girone di ritorno – dichiara Gilardino – ho rivisto con piacere Massimo Oddo, e, prima dell’allenamento, ha salutato i suoi nuovi compagni. A Pescara sarei venuto lo stesso anche se non ci fosse stato Massimo, ma è chiaro che la sua presenza è importante.”

Arrivare a quota 200 il suo obiettivo? “È uno degli obiettivi, – dice l’attaccante – ma dopo la salvezza del Pescara”.

Domenica il Pescara sarà di scena al San Paolo di Napoli: “Ad Empoli, mi sono sempre allenato con la squadra. Fisicamente sono integro e sto bene, anche se poi deciderà il mister se farmi giocare. Ho grandi motivazioni per fare bene in questa piazza. Sono convinto che si possa far bene, anche se dovremo invertire da subito la rotta. Una grande mano la potranno dare i tifosi”.

Il neo attaccante del Pescara si è fatto un’idea sulla sua nuova squadra: “Il Pescara nella prima parte di stagione ha fatto vedere anche gioco di qualità. Ci sono elementi talentuosi e atleti esperti. Dobbiamo crederci”.

Articolo offerto da:

Bar Roberto
Archidea

Be the first to comment on "Alberto Gilardino, il nuovo bomber del Pescara"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*