I Paintbox fanno rivivere i Pink Floyd al Massimo

I Paintbox al MassimoI Paintbox al Massimo

Ricordo benissimo la prima volta che mi capitò tra le mani la cassetta di “The dark side of the moon”, l’album più celebre dei Pink Floyd, quello nero col prisma multicolore; fu amore a prima vista, o al primo ascolto, in realtà.

Ma a questo amore si univa l’amara consapevolezza che non avrei mai potuto ascoltare dal vivo il leggendario gruppo e, se è vero che questo è un fatto che mai si potrà cambiare, è vero che sabato 17 dicembre al Massimo ho assistito a quanto di più simile ci sia oggi ai Pink Floyd. “Any colour you like”, lo spettacolo allestito dai Paintbox, da 10 anni band tributo locale, ha ricreato non solo le splendide sonorità della band inglese, ma, nei limiti del possibile, anche le loro suggestioni visive. Questo grazie a un impianto luci frugale ma molto efficace e ai suggestivi filmati proiettati contestualmente alle canzoni.p4

Il resto ce l’hanno messo loro, i Paintbox, guidati da Fabrizio Carota al basso e alla voce, dall’attacco con la riproposizione di alcuni brani tratti da “The Wall”, passando per episodi meno conosciuti e, ovviamente, per i brani più celebrati del quartetto londinese, dall’infinita cavalcata “Shine on you crazy diamond” a “Wish you were here”, dalla sontuosa e cupa “Time” all’inarrivabile “Comfortably numb” che ha chiuso il live; anzi, avrebbe dovuto chiudere, infatti, osannati dal pubblico, i Paintbox, sono tornati in scena per un corposo bis che li ha visti riproporre gran parte di “Dark side”, incluse le mitiche “Money” e “Us and them”.

La prestazione della band, con il chitarrista Roberto Mastro sugli scudi, è stata veramente ineccepibile e il folto pubblico è rimasto avvinto per le due ore e mezza dello show.

Certo, il grande successo delle cover band, fenomeno non solo italiano, fa riflettere sempre più, da una parte sul talento degli originali, che giovanissimi partorivano tali capolavori anziché arrancare in qualche talent, e dall’altra sulla sempre maggiore fascinazione del passato.p12

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "I Paintbox fanno rivivere i Pink Floyd al Massimo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*