Ordinanza botti, a Pescara confermato divieto

Ordinanza botti, a Pescara confermato divietoOrdinanza botti, a Pescara confermato divieto

Ordinanza botti, confermata la linea del divieto a Pescara.

La nostra è stata una delle prime città d’Italia ad emettere un’ordinanza botti che ne vieta l’utilizzo dal 22 dicembre al 7 gennaio 2017. L’atto, annunciato dal sindaco Marco Alessandrini e dall’assessore alla Tutela del Mondo Animale Giuliano Diodati, riconferma un indirizzo intrapreso già in passato, a tutela della pubblica incolumità e nel rispetto della popolazione a quattro zampe.

“Un invito e un appello affinché tutto il periodo delle Feste scorra in tranquillità – spiegano Marco Alessandrini e Diodati – Una scelta che abbiamo fatto dall’inizio del mandato, riproponendola per il terzo anno di seguito con un’ordinanza nata a tutela della legalità e della incolumità pubblica contro l’abuso dei botti che continua a produrre il consueto bollettino di feriti”.

Un’ordinanza voluta anche per i soggetti più vulnerabili quali sono gli animali che, a causa del rumore, subiscono veri e propri traumi. Ben altri modi vengono adottati per festeggiare l’arrivo del nuovo anno: i fuochi saranno infatti trasformati nello spettacolo di video mapping proiettato sulla facciata del Palazzo Arlecchino con cui l’amministrazione saluterà a piazza Salotto, con il concerto dei Negrita, l’arrivo del nuovo anno. L’ordinanza non vieta la vendita dei botti, che per legge è possibile nel rispetto delle regole, ma si spera che il divieto di utilizzo sulle pubbliche vie e piazze cittadine a livello nazionale, serva a consolidare un modo di festeggiare più civile confidando nel buonsenso dei cittadini.

Articolo offerto da: