Infrastrutture in Abruzzo, variante SS 16 in Senato

Altero MatteoliAltero Matteoli

di DORIANA ROIO

Infrastrutture in Abruzzo, la questione relativa alla variante SS 16 verrà portata in Senato da Altero Matteoli, presidente della Commissione Lavori Pubblici.

“Porterò la questione alla Commissione Lavori Pubblici in Senato. L’Anas ha a disposizione 1.3 miliardi di euro per le manutenzioni: ora valuteremo la possibilità di dirottare i 100 milioni necessari per il completamento di questa opera”. Così Matteoli si è impegnato nel corso del convegno “Infrastrutture in Abruzzo. Quale futuro per la variante alla SS 16?”, organizzato dal Comune di Montesilvano, discutendo del progetto sul prolungamento della variante fino a Silvi.

Nel marzo 2010 il progetto venne inserito all’interno dello studio di fattibilità dell’adeguamento elaborato dall’Anas, ma fu rimosso dal Piano pluriennale 2015/2019 degli investimenti come da contratto di programma 2015 tra il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti e l’Anas Spa.

“Il tema della mobilità e dei collegamenti tra la Provincia di Pescara e quella di Teramo è particolarmente importante – ha aggiunto il sindaco Francesco Maragno – Sono anni che si susseguono tavoli di discussione per trovare le soluzioni migliori e soddisfacenti per le esigenze del territorio”.

Il convegno “Infrastrutture in Abruzzo” si e’ posto l’obiettivo di puntare i riflettori sulla variante SS 16, prioritaria non solo per la risoluzione delle problematiche ambientali causate dagli imponenti flussi di traffico – ogni giorno transitano nella Galleria I Pianacci circa 35.000 veicoli – ma anche per garantire la competitività economica dal momento che i collegamenti veloci agevolano lo sviluppo produttivo delle aree territoriali.

Articolo offerto da:

Archidea