Book Club: letteratura e inglese in biblioteca

Book clubBook club

di ANDREA LA ROVERE

“The apple is on the table”: se il vostro inglese si ferma qui, può fare al caso vostro l’iniziativa di cui vi parliamo questa settimana, ossia il Book club, un gruppo di lettura d’inglese che si svolge presso la biblioteca regionale Di Giampaolo.

Attivo fin dal 2011, il gruppo sta conoscendo un periodo di grande attività negli ultimi mesi, sotto la guida della conduttrice Jennifer Moscovitch, che ne ha preso le redini nel febbraio di quest’anno, introducendo numerose novità.

Abbiamo scambiato qualche battuta con Jennifer, laureata in letteratura e madrelingua, essendo nata a Montreal, in Canada.

“Dal 2011 il gruppo – ci ha detto la Moscovitch – ha già portato avanti la lettura di quarantanove libri, tra cui classici di Oscar Wilde, Edgar Allan Poe, Conrad e Salinger. Io ho cercato di introdurre qualche cambiamento per aumentare l’interazione tra la conduttrice e il gruppo; infatti, oltre ad assegnare il libro da leggere, preparo una serie di punti su cui focalizzare l’attenzione dei lettori e su cui si svolge la discussione nella riunione mensile. Inoltre ho cercato di alternare a letture classiche anche autori più attuali, ad esempio abbiamo letto dei saggi di Orwell e dei racconti di Ray Bradbury. L’ultimo romanzo è stato invece “The fifth child” di Doris Lessing, Nobel per la letteratura, mentre adesso siamo tornati a una lettura più classica con “Dubliners” di James Joyce.”

Jennifer Moscovitch

Jennifer Moscovitch

Un’altra novità è stata la creazione di un gruppo su Whatsapp, dove gli iscritti si scambiano informazioni interagendo sempre in lingua inglese, come del resto accade durante le riunioni.

Il gruppo, che conta 115 iscritti di cui 20 pienamente attivi, si riunisce una volta al mese; la durata degli incontri è di un’ora, anche se spesso capita di sforare, presi dalla discussione inerente al romanzo preso in esame.

Chiunque fosse interessato a far parte del gruppo, può informarsi direttamente presso la biblioteca, dove Nadia D’Onofrio si occupa di mantenere i contatti con tutti gli iscritti.

Articolo offerto da: