Biancazzurri vs nerazzurri: aspettando l’Inter

Pescara calcioPescara calcio

di BENEDETTO GASBARRO

Finalmente si torna a parlare di calcio giocato. Archiviati gli impegni della nazionale di Giampiero Ventura che, visto il ritorno di Marco Verratti, il prossimo fine settimana riprenderà il massimo campionato.

Soprattutto si lascerà parlare il campo al netto di voci e trattative di calcio mercato che per due lunghi mesi hanno dominato la scena. Stop agli affari il 31 agosto senza particolari novità per il Pescara. Le attese della tifoseria erano concentrate all’acquisto di un difensore centrale e un attaccante. Di fatto la società, di comune accordo con lo staff tecnico, non ha ritenuto opportuno intervenire. Va però detto che è possibile ricorrere alla nutrita schiera degli svincolati. Molto dipenderà dalle condizioni fisiche di due elementi in particolare: Coda e Campagnaro. Domenica sera si accenderanno i riflettori dell’Adriatico per il posticipo della terza giornata dove l’Inter dell’olandese De Boer cercherà di conquistare la prima vittoria della stagione e scacciare via i venti di crisi che oramai da un po’ di tempo a questa parte soffiano sulla Pinetina. L’impegno non sarà di certo agevole perché di fronte troverà un Pescara che, nelle precedenti due gare, ha dimostrato un gioco collaudato capace di mettere in difficoltà chiunque.

Quella di domenica sarà la prima di diverse sfide che vedranno i biancazzurri giocare in anticipo o posticipo. Facile immaginare che venga riproposto lo stesso undici di Reggio Emilia con l’unica possibile variazione che potrebbe riguardare l’impiego di Aquilani al posto di Brugman. La classifica sorride al Delfino che grazie alla vittoria a tavolino proprio contro il Sassuolo si ritrova nelle zone alte della classifica. Su quanto accaduto è giusto aprire una parentesi considerando le voci e le interpretazioni che in questi giorni e queste ore si stanno dando sulla vicenda. Certamente la società emiliana ha preannunciato ricorso ed è un suo diritto ma nel merito non è ancora dato sapere su cosa si basa la linea difensiva. Si ha di fronte una situazione molto semplice. Entro le 12 del giorno antecedente la gara andava inviata una pec cosa che, stando alla decisione del giudice sportivo, non è stata fatta. Di conseguenza la sanzione prevista per tale inadempimento è la sconfitta a tavolino. Le regole attualmente vigenti sono state volute da tutti pertanto determinate prese di posizione come ad esempio quella di Tommasi, rappresentante dei calciatori, sembrano davvero inopportune.

Articolo offerto da: