Al via il Majella Sound Camp 2016

MajellaMajella

di ANDREA LA ROVERE

Si terrà da oggi, venerdì 15 luglio, a domenica 17 l’edizione 2016 del Majella Sound Camp, innovativo evento che cerca di coniugare le tipiche atmosfere dei maggiori festival musicali europei con la scoperta della natura incontaminata del Parco Nazionale della Majella.

Saranno tre giorni di musica e arte contemporanea, il tutto all’insegna dell’amore per il verde e del rispetto per la natura; il festival si terrà infatti presso la località “Boschetto di San Valentino”, in San Valentino in Abruzzo Citeriore, che farà da sfondo, con la sua natura rigogliosa e lussureggiante alle performance di gruppi internazionali, tra cui spiccano i nomi di Jester At Work, Gaetano Cappella, La Coppia Cannone e tante altre band all’insegna del rock indipendente. Ma non basta, perché l’organizzazione ha voluto arricchire la proposta del festival tramite installazioni artistiche, video art e una serie di dj Set che accompagneranno il pubblico fino a notte fonda. Non mancheranno una serie di iniziative collaterali al festival vero e proprio, a partire dalla possibilità di piazzare la propria tenda nel camping allestito per tutti e tre i giorni a soli 5 euro, mentre ricordiamo che l’ingresso ai vari concerti è totalmente gratuito.

Majella Sound Camp 2016

Majella Sound Camp 2016

Ci sarà inoltre la possibilità di organizzare escursioni per apprezzare appieno gli splendidi canyon della Valle dell’Orta, sia a cavallo che in mountain bike, sotto la supervisione delle guide turistiche dell’associazione Majellando; il tutto accompagnato dai cibi della nostra tradizione eno-gastronomica, con un occhio di riguardo anche a particolari menù vegetariani e vegani e a spazi studiati per l’intrattenimento dei più piccini. Si tratterà dunque di un’occasione unica per poter gustare in un colpo solo la natura e le tradizioni d’Abruzzo, abbinate a musica e arte di alto profilo. Come possiamo leggere nella pagina Facebook dedicata all’evento, l’organizzazione si augura che “il nostro festival possa divenire un grande momento di confronto e arricchimento culturale”.

Articolo offerto da:

Bar Roberto