Nuova veste per il Blog “La Tavola di Edda”: cibo, territorio, carattere, tradizione, sostenibilità

edda migliori

 

La tavola di Edda, la mia tavola, i miei sapori… il luogo in cui sedersi per un pranzo veloce, per una rinfrancante cena o per un pranzo con le persone che ho più a cuore. Un luogo fisico e mentale, metaforico e reale in cui ogni giorno si compie una piccola magia: quella di trasformare gli ingredienti in un piatto che incontri in tutto e per tutto il mio gusto. Ma questo blog è anche molto di più e parla profondamente di me: negli anni ho affrontato diverse tematiche e argomenti, sostenuto cause, posto fortemente l’accento sulla sostenibilità con le ricette di riciclo, promosso il territorio attraverso la riscoperta di gusti dimenticati, favorito la conoscenza di tradizioni e riti, alimentato la bellezza con le suggestioni che amo e con una sessione dedicata al bon ton.

Queste le parole della giornalista Edda Migliori, titolare del blog che torna online con molti contenuti aggiuntivi e soprattutto con molte categorie di pietanze. E poi spazio alle tradizioni e alle ritualità legate al cibo, ma anche ai tanti eventi organizzati da Edda Migliori e alle cause che sostiene e sulle quali vuole continuare a sensibilizzare.

«In questi sei anni c’è stata una crescita costante e diffusa del blog praticamente in tutto il mondo con visualizzazioni da stati di tutti i continenti e tutto ciò mi ha gratificata e inorgoglita enormemente e approfitto per ringraziare quanti mi hanno sostenuta. Per questo sesto compleanno ho voluto ricambiare l’affetto e la fedeltà di chi segue “La tavola di Edda” offrendo un servizio più efficiente e variegato facilitando la ricerca delle ricette che si preferiscono e di tante atmosfere differenti. Inoltre ho creato tante categorie con una particolare attenzione ai piatti vegetariani e quelli anti spreco. Il mio intento è quello di continuare a realizzare contenuti di qualità che rendano questo sito non solo un food blog ma un social food blog dal respiro ampio, attento e inclusivo come è sempre stato» ha concluso Edda Migliori.

E’ possibile seguire il blog all’indirizzo web www.latavoladiedda.it ma anche sui Social attraverso l’hashtag #latavoladiedda

Foto di Luana Ciavattella

Articolo offerto da: