Memmo: “Salvaguardiamo le nostre attività, servono sicurezza e compattezza”

Memmo

A margine del Consiglio di Lega di ieri, il presidente Concezio Memmo interviene sulla questione Protocollo e su tutte le implicazioni relative a Green-Pass e tamponi, in vista dell’imminente ripartenza di allenamenti e gare ufficiali:

“Adesso abbiamo tra le mani il nuovo Protocollo FIGC e possiamo finalmente passare alla fase organizzativa della nuova stagione. Come già ribadito in altre occasioni, dobbiamo innanzitutto salvaguardare il nostro mondo, pesantemente danneggiato dalla pandemia e impegnato con grossi sacrifici nella ripartenza. Fortunatamente la campagna di vaccinazione progredisce di giorno in giorno, e sappiamo che è il miglior alleato per uscire da questa situazione. È il momento di fare i conti con la realtà, ribadendo il massimo rispetto per la sfera della libertà individuale, ma al contempo guardando alla sicurezza di tutti gli atleti come un obiettivo imprescindibile”. 

Da più parti si guarda al costo dei tamponi come un fardello sulle società sportive:

Sicuramente bisogna ribadire che la scelta di proseguire con i tamponi – continua Memmo – è una scelta dei singoli, che non dovrebbe assolutamente gravare sui bilanci dei club. Tuttavia non lasceremo indietro nessuno e siamo già al lavoro con l’Assessore Regionale Verì, al fine di stipulare prezzi calmierati per coloro che non saranno in regola con il Green Pass alla ripresa delle attività. Dobbiamo compattare tutto il movimento su questi temi, perché il calcio dilettantistico e giovanile rappresenta decine di migliaia di abruzzesi e va tutelato con la collaborazione di tutti.

Articolo offerto da: