Caduta masso a Caramanico l’intervento di Mario Mazzocca

Caramanico

Ex strada regionale 487 Caramanico Terme all’altezza della galleria per Sant’Eufemia: cade un masso e solo il destino ha evitato tragedie più grandi visto che in quel momento lungo la strada non transitavano mezzi.

Sull’accaduto è intervenuto Mario Mazzocca, assessore emerito della Regione Abruzzo e presidente di ReteAbruzzo:

Siamo stati purtroppo facili profeti. Proprio lunedì scorso, in occasione dell’ultimo dei pochi consigli comunali sinora svolti, avevamo manifestato tutte le nostre perplessità su alcune scelte operate dall’amministrazione comunale di Caramanico e ritenute prioritarie sul tema dei lavori pubblici e, in particolare, del dissesto idrogeologico.

Ci sembrava quanto meno strano che si ponessero in secondo piano sia il dissesto del centro abitato (ultimo stralcio versante Fiume Orta) che la frana di crollo di Colle Alto-Civita, entrambi connotati da analisi, rilievi, studi, ricerche e progetti, quantitativamente imponenti e connotati da un elevato livello di dettaglio progettuale, e si decidesse di optare per avanzare un’unica richiesta di finanziamento (poi ottenuto) per sistemare i movimenti franosi nella sola località Vetritillo, il cui studio ed approfondimento progettuale si trovano ad una fase poco più che preliminare.  Purtroppo, le nostre perplessità si dimostrano oltremodo fondate.

E ci auspichiamo che, nella scelta prioritaria effettuata, qualcuno non abbia operato “sentendosi come Gesù nel tempio” e non si sia preso la briga di dare uno dei suoi “buoni consigli” non potendo “più dare cattivo esempio.

Articolo offerto da: