Abruzzo in Miniatura, Livio Bucci omaggia Franco Summa

franco summa

Per la nostra regione e l’Italia intera non è un bel periodo, l’emergenza Codiv-19 ha messo in ginocchio le nostre abitudini di vita e l’economia.

Non è certo un periodo da vivere con serenità ma se è vero che da una crisi può nascere un’opportunità, essa si chiama arte.

In questo ci viene incontro Livio Bucci, l’artista e imprenditore il quale ha deciso di omaggiare un grande protagonista dell’arte abruzzese Franco Summa, deceduto poco tempo fa.

Un omaggio che Bucci fa attraverso la riproduzione su scala della Porta del Mare, un’opera installata a Pescara nel 1993. Prima di questa, l’artista e imprenditore abruzzese aveva riprodotto Il Giardino Incantato sempre di Summa.

“Il maestro Franco Summa è stato il precursore di un’arte che nessuna aveva capito – ci dice Livio Bucci – Invece, quel suo modo di fare arte, ora domina nelle più grandi città. Ho sentito parlare della possibilità di recuperare l’opera, spero tutto questo avvenga, spero che le generazioni di oggi possano ammirare l’arte del maestro Summa”.

Una riproduzione, a base di legno e colorata con dei cartoncini “la vernice non dava lo stesso effetto di vivacità ai colori” spiega Bucci, che sarà una delle tante e rappresentative opere presenti al Museo dell’Abruzzo in Miniatura presso il MuMi di Francavilla nel momento cui si avrà la possibilità di aprire al pubblico.

La Porta del Mare, l’arte per colorare la città: “La dedico alla città e ai cittadini di Pescara che vivono, come tutto il paese, un momento di grande difficoltà”.

Articolo offerto da: