Borgo Marino, una scuola da sistemare

Scuola Borgo Marino - Pescara

Di seguito pubblichiamo i punti salienti del comunicato stampa, giunto ieri in redazione, del Presidente Commissione Ambiente Petrelli, inerente al sopralluogo effettuato nell’area verde della scuola Borgo Marino.

sopralluogo scuola Borgo Marino - Pescara“Verranno sottoposte agli uffici tecnici per l’attivazione delle procedure di merito le criticità riscontrate stamane nella scuola materna ed elementare di Borgo Marino nord dove ci sono situazioni, ereditate dall’incuria precedente, che vanno risolte subito: dalla pianta cresciuta dentro la scala antincendio a un tronco d’albero da rimuovere nel cortile posteriore, alle tracce dei carotaggi da richiudere sulle mura del primo piano rialzato al cortile interno completamente da bonificare, sino alla sostituzione della copertura in plexiglass situata all’ingresso della scuola e danneggiata dalla grandine del 10 luglio scorso.

“In vista della riapertura di tutte le scuole abbiamo programmato una serie di verifiche a campione su alcuni istituti per renderci conto delle opere da effettuare a breve, medio e lungo termine e siamo partiti dal Borgo Marino nord, una scuola storica e simbolo della città”.

scuola Borgo Marino - Pescara“Purtroppo diversi danni riscontrati nell’Istituto sono invece frutto della grandinata del 10 luglio scorso: al primo piano abbiamo riscontrato molte tapparelle esterne bombardate e bucate dai chicchi di grandine; rotta la copertura in plexiglass che sovrasta il portone d’ingresso, protezione antipioggia per gli studenti in attesa di entrare in aula, anch’esso bucato dalla grandine con pezzi di struttura ancora penzoloni. Quella copertura va subito rimossa e sostituita.

Da sostituire subito anche alcuni vetri delle finestre, lungo i corridoi e in palestra, anch’essi danneggiati dalla grandine, e va bonificato, possibilmente anche con l’impiego di una ruspetta, il cortile verde interno, dove l’erba è cresciuta senza controllo creando un habitat ideale per la proliferazione di zanzare e insetti di ogni genere.

Infine i cancelli di ingresso alla scuola, oggi tutti chiusi con catene per sopperire da anni alla rottura delle serrature, anche quelle da sostituire per la sicurezza dell’Istituto”.

 

Articolo offerto da:

Archidea