Nelle scuole arriva il Gran Sasso Videogame

videogiochi gran sasso

Parte domani, 26 marzo, in 6 scuole delle provincie di L’Aquila, Teramo e Pescara, la sperimentazione del Gran Sasso Videogame, il game educational dedicato alla fisica delle particelle e ambientato nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN.

La sperimentazione partirà dall’Abruzzo per poi successivamente coinvolgere studenti del Lazio e della Campania. Oltre 350 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni e 15 insegnanti abruzzesi saranno i protagonisti della valutazione del videogioco.

Grazie ai risultati raccolti sul campo, il videogioco e i materiali didattici che lo accompagnano verranno rilasciati nella versione definitiva in italiano e in inglese sul sito www.gransassovideogame.it.

Gran Sasso Videogame è il primo videogioco ambientato nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ed è uno strumento nato per far conoscere la realtà dei Laboratori, avvicinare gli studenti alle frontiere della fisica e alle possibilità offerte dalle carriere scientifiche.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN e l’agenzia di comunicazione scientifica Formicablu srl, con il contributo di INDIRE per la fase di sperimentazione nelle scuole.

La versione beta del videogioco è stata resa pubblica il 27 maggio 2018 e ad oggi è stato giocato da circa 6500 persone. La versione definitiva del videogioco in italiano e in inglese verrà rilasciata entro maggio 2019.

 

Articolo offerto da: