Concerti a Pescara: il cartellone dell’estate

I Negramaro live il 5 luglioI Negramaro live il 5 luglio

Col concerto di Noemi stasera a Francavilla in piazza Sirena, si può dire aperta la stagione dei grandi eventi. Vediamo quali sono quelli da non perdere.

Iniziamo coi principali concerti di Pescara, sperando che il cartellone, di per sé abbastanza lacunoso sotto il profilo della qualità, vada ad arricchirsi con qualche nome dell’ultimo momento. Il primo grande appuntamento, ormai quasi tradizionale, è quello con l’Indierocket Festival, che da qualche anno ha trovato la sua sede naturale nel parco dell’ex Caserma Di Cocco. Si parte il 29 giugno per una tre giorni dedicata al panorama indipendente e alternativo; punta di diamante la band dei We Are Scientist, che si esibirà durante la prima serata.

Basta spostarsi di qualche chilometro, e il 30 giugno a Montesilvano ci sarà il live di Maurizio Solieri, storico chitarrista di Vasco Rossi, presso il Teatro del Mare.

Luglio inizia con un nome di qualità cristallina, James Senese, il sassofonista jazz da sempre prestato al rock progressivo, basti pensare al progetto Napoli Centrale, e musicista caro a Pino Daniele; la sua esibizione a Piazza Garibaldi.

Si prosegue con un’altalena tra grandi nomi del mainstream, i Negramaro il 5 allo Stadio Adriatico, Loredana Bertè il 14 all’Arena del Mare e Francesca Michielin al D’Annunzio il 19, cantanti smaccatamente commerciali come Riki, uscito da “Amici”, il 7 luglio al Porto Turistico, e artisti che puntano esclusivamente sulla qualità. Tra questi, imperdibile il cantautore Motta, l’11 all’ex Cofa, i grandi nomi del Pescara Jazz col ritorno del chitarrista Pat Metheny e l’esibizione al D’Annunzio di Glenn Hughes, bassista dei mitici Deep Purple.

Agosto scorrerà via veloce con una serie di nomi di sicuro impatto sul grande pubblico che si esibiranno al Teatro D’Annunzio: Edoardo Bennato il 2, Renzo Arbore il 4, i Negrita il 9, Nino D’Angelo l’undici, Red Canzian il 16 e Fabrizio Moro il 18. A completare un’esibizione “frazionata” dei Pooh, il 9 si esibirà il chitarrista Dodi Battaglia al Porto Turistico, a chiudere una proposta che strizza un po’ troppo l’occhio al grande pubblico, forse a discapito di nomi un po’ più di qualità.

Stesso discorso per la vicine Francavilla, che negli anni scorsi ci aveva abituato a un azzeccato connubio di nomi altisonanti e altri di grande qualità artistica, specie col festival del Blubar che aveva l’abitudine di richiamare grandi nomi del rock progressivo anni ’70. Le cose, sulla falsariga dell’anno scorso, sono un po’ cambiate, e il Blubar è diventato un festival che sicuramente è cresciuto a livello di numeri, ma che punta su nomi più nazional popolari. E così avremo Piero Pelù, gli Stadio, Gino Paoli, Nada e Maurizio Vandelli con Shel Shapiro. A completare il cartellone la storica band dei Blues Brothers, o meglio quello che ne rimane, e il misconosciuto cantautore Willie Nile.

Altri nomi importanti dell’estate francavillese saranno Noemi, stasera per l’appunto, Gianna Nannini il 10 agosto, Le Vibrazioni il 4 e in date da definirsi Giusy Ferreri, Michele Zarrillo e Nina Zilli.

Articolo offerto da:

Archidea