Il Pescara rimanda la salvezza a Venezia

La Curva nord del PescaraLa Curva nord del Pescara

Il Pescara perde il derby e rimanda all’ultima giornata il discorso salvezza. All’Adriatico di Pescara, l’Ascoli conquista l’intera posta in palio; due gli episodi chiave: al 18’ il vantaggio dell’Ascoli con Bianchi e l’espulsione di Coda al 26’ del primo tempo. Il Pescara, nella ripresa tenta più volte di riagguantare il pareggio ma non riesce nell’intento.

Le Reti.

Parte subito bene il Pescara, al 5’ Capone pesca Brugman in area. L’uruguaiano evita Gigliotti e conclude col mancino: il pallone termina sull’esterno della rete.

A sorpresa al 18’ l’Ascoli si porta in vantaggio dopo un buon avvio da parte del Pescara. Punizione di Clemenza da oltre trentacinque metri: Bianchi vince il duello aereo con Crescenzi e infila Fiorillo con un preciso colpo di testa in avvitamento. Due minuti ancora un occasione da parte dell’Ascoli, sinistro di Monachello da posizione defilata: Fiorillo alza sulla traversa.

Al 26’ il Pescara rimane in dieci uomini. Il direttore di gara estrae il rosso diretto nei confronti di Coda, autore di un’entrata scomposta su Monachello; 31’ fendente di Pinto dalla sinistra, Monachello è in ritardo. Fiorillo fa sua la sfera.

L’Ascoli preme sull’acceleratore al 35’ altra occasione per l’Ascoli. Botta di Clemenza dal limite: Fiorillo vola e alza sulla traversa; si sveglia il Pescara verso la fine del primo tempo ai tempi di recupero al 48’  destro a botta sicura di Mancuso da dentro l’area: Pinto si oppone con il corpo e salva i suoi.

Nella ripresa il Pescara, entra con uno spirito diverso subito un’occasione per il Pescara:  Machín esplode il destro dal limite dell’area: la sfera scheggia l’incrocio dei pali.

Ancora Pescara in avanti al 50’ cross dalla destra di Fiamozzi, Pettinari anticipa De Santis ma non inquadra lo specchio di testa; risponde l’Ascoli al 52’ traversone dalla sinistra di Pinto, Rosseti stacca centralmente. Fiorillo blocca a terra. Cinque minuti dopo ancora un’occasione da parte della squadra ascolana, Fiorillo respinge il sinistro da dentro l’area di Clemenza. A Rosseti manca il tap-in vincente.

Al 65’ si fa vedere ancora l’Ascoli: Fiorillo si oppone due volte alle conclusioni ravvicinate di Buzzegoli. L’estremo difensore tiene a galla i suoi; risponde il Pescara al 74’ Brugman vince un rimpallo e prova il sinistro al volo dal limite: la sfera termina a lato di un soffio.

L’Ascoli si fa vedere al 76’  Baldini rientra sul mancino e conclude dal vertice dell’area: il legno salva Fiorillo; dieci minuti più tardi ancora Ascoli in avanti: cross di Mignanelli, Baldini controlla all’altezza del secondo palo e conclude col destro. La sfera si stampa sulla traversa.

All’ 89’ ancora l’Ascoli: angolo di Buzzegoli, colpo di testa di Mogos: Bunino salva sulla linea; un minuto dopo risponde il Pescara, destro velenoso di Brugman da fuori area: Agazzi si distende e mette in corner.

91’ commenti finali :

Rammarico per il risultato così si è presentato il tecnico del Pescara, Bepi Pillon in sala stampa al termine della partita dichiarando:  “Ci siamo complicati la vita oggi. Dobbiamo fare un mea culpa perché non potevamo restare in 10 per 70 minuti. Sapevamo che loro erano bravi sulle palle inattive e abbiamo subito gol proprio lì. Dobbiamo ora rimboccarci le maniche e giocarcela a Venezia. Devo rivedere l’azione per sapere se quello di Coda era da rosso diretto, ma non serviva fare un intervento del genere. Avevamo cercato di allargarli, ma quando succedono queste cose salta tutto quello che avevi preparato. Noi non siamo partiti benissimo ma eravamo comunque in controllo, loro ci hanno segnato alla prima occasione avuta. Penso solo a me stesso e non alle altre, raggiungiamo questi 48 punti. Abbiamo nelle corde le capacità per uscire fuori da questa situazione e dobbiamo farlo. Domani iniziamo subito a lavorare. Il nervosismo della squadra è arrivato dopo il gol subito e dopo l’espulsione, non so perché, forse si sentiva troppo la partita. Dopo una sconfitta ci si rimane sempre male, c’è un po’ di sconforto ma è normale. Da domani si riparte.”

Soddisfatto il tecnico dell’Ascoli, Serse Cosmi, che al termine della partita commenta così l’incontro: “Siamo partiti molto timorosi, con un atteggiamento tattico non voluto. Sapevamo di voler contenere il palleggio della squadra, ma eravamo troppo bassi e non ripartivamo mai. Come spesso succede nel calcio, un episodio ci ha permesso di spostare leggermente gli equilibri e poi ce n’è stato un altro, fondamentale, della superiorità numerica. Non siamo stati fortunati a chiuderla la partita, le conclusioni erano dei bei tiri ma abbiamo trovato anche la bravura del portiere. I risultati ci fanno capire che dobbiamo sudare fino alla fine, noi però lo sappiamo mentre altre non sono preparate a lottare fino alla fine. Speravo di vincere e che il Pescara si salvasse anche con la sconfitta, ma questo è un campionato particolare. Se mi dovessi salvare sarei tre volte più orgogliosi perché nessuno ci ha regalato niente in questo campionato. I nostri tifosi si meritano questa salvezza, si muovono in massa anche quando siamo stati ultimi. Li ringrazio a nome mio e a nome della squadra”.

Pescara ( 4-3-3) Fiorillo, Fiamozzi, Gravillon, Coda, Crescenzi, Machin, Brugman, Valzania, ( dal 78’st Baez) Mancuso, Pettinari, ( dal 66’st Bunino) Capone.( dal 27’st Fornasier) A disp: Baiocco, Savelloni, Yamga, Bunino, Elizalde, Fornasier, Cocco, Mazzotta, Carraro, Cappelluzzo, Coulibaly, Baez. All. Pillon

Ascoli ( 4-4-2) Agazzi, De Santis, Gigliotti, Cherubin, Pinto, ( dal 83’st Mignanelli) Mogos, Addae, Bianchi, ( dal 61’st Buzzegoli) Baldini, Clemenza, Monachello. ( dal 46’st Rosseti) A disp: Lanni, Mengoni, Rosseti, De Feo, Parlati, Buzzegoli, Castellano, Ganz, Florio, D’Urso, Kanoutè, Mignanelli. All. Cosmi

Arbitro: Aureliano di Bologna

Assistenti: Robilotta – Luciano

Iv Uomo: Baroni

Reti: 18’pt Bianchi

Ammoniti: Brugman ( Pe), Cherubin ( As) Bianchi ( As) Crescenzi ( Pe) Rosseti ( As)  Clemenza ( As)

Espulsi: 28’ pt Coda ( Pe)

Angoli: 4 Pescara 4 Ascoli

Recupero: 4’pt; 4’st

 

 

Articolo offerto da: