Pescara, due chili di eroina sequestrati. Arrestato il corriere

GdF

La Guardia di Finanza di Pescara ha tratto in arresto un cittadino albanese, G. E. di 30 anni, per il reato di traffico di sostanze stupefacenti.

All’interno dello zaino che l’albanese recava con sé, i militari hanno rinvenuto una scatola di cartone di una marca di cereali per l’alimentazione umana, che presentava sin da subito un peso anomalo, fornendo quindi un sospetto da parte dei finanzieri circa il suo reale contenuto. La confezione, risultata artatamente modificata, nascondeva quattro panetti, ben confezionati con cellophane termosaldato.

La sostanza polverosa compattata in tali panetti, attraverso un’analisi speditiva del narcotest, è risultata essere stupefacente del tipo eroina, avente un peso complessivo di poco oltre i due chili. L’uomo, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Pescara, veniva, pertanto, tratto in arresto per traffico di sostanze stupefacenti e successivamente tradotto presso la Casa Circondariale di San Donato. Lo stupefacente, una volta immesso nel mercato clandestino, avrebbe fruttato all’incirca ottomila dosi, con enormi guadagni per i pusher locali, stimati sui 160mila euro.

L’attività di servizio dalle Fiamme Gialle pescaresi, conferma l’orientamento dell’attività di servizio svolta costantemente a favore della collettività in molteplici ambiti mediante servizi mirati, tra i quali il comparto della sicurezza e, nello specifico, al contrasto del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Articolo offerto da: