Rita Ciarrocchi, una trisavola a Spoltore

foto della nonna trisavolaLa nonna trisavola

Cinque generazioni in una sola foto e una trisavola da record: lei è Rita Ciarrocchi e a soli 85 anni ha avuto la possibilità di abbracciare il giovane Paride Mazzone, nato il 27 gennaio 2018 all’ospedale di Pescara.

La mamma è Chiara Falsetta (19 anni), il papà si chiama Alessandro. La bisnonna è Maria D’Agostino (60 anni), la nonna Angela Mambella (42). “Nella nostra famiglia siamo abituati a bruciare le tappe” racconta Doriella D’Agostino, per tutti Orietta, che vive insieme alla mamma Rita nel borgo di Caprara. “Solo mia figlia, 23 enne, al momento fa un po’ eccezione” rivela con un sorriso.

Una famiglia numerosa dunque: Rita ha aiutato il marito nel lavoro di custode e poi si è presa cura di 4 figli (Assunta, Maria, Graziano e Doriella), dedicandosi nel tempo libero al teatro dialettale. Adesso si muove a fatica, ma può contare sull’aiuto delle nuove generazioni: 12 nipoti, 13 pronipoti, e l’ultimissimo arrivato, Paride, che per una serie di controlli medici di routine ha lasciato l’ospedale solo lunedì scorso ed è stato così raggiunto nella sua casa da Rita e dalle altre nonne nella foto.

La neo trisavola ha vissuto col marito a Pescara Colli fino a quando non è rimasta vedova, nel 2003. Ma tutto il resto della famiglia è sempre stata di Spoltore: anche il nuovo arrivato risiede a Villa Raspa. A Rita e a tutta la famiglia anche gli auguri del primo cittadino Luciano Di Lorito, che da sempre segue con attenzione i casi eccezionali di longevità (o con più generazioni viventi) nelle famiglie del suo territorio: “è una grande gioia anche per me e per noi amministratori, storie come questa dimostrano che la comunità è vitale e che a Spoltore si sta bene”.

 

Articolo offerto da: