Zona franca urbana, si lavora al protocollo per risorse pari a oltre 4 milioni di euro

Emergenza acqua delle fontane. Simona Di CarloL'assessore Simona Di Carlo

L’assessore al verde Simona Di Carlo annuncia l’arrivo delle Zone franche urbane.

“Zone Franche Urbane, l’attesa partenza si avvicina concretamente. Ieri il Ministero dello Sviluppo Economico ci ha inviato la bozza dell’accordo di programma inerente il rafforzamento della dotazione finanziaria per la riattivazione della Zona Franca Urbana anche di Pescara. Questo significa che ai 3.076.099 euro già reperiti per la ZFU, vengono riassegnate in bilancio risorse in favore dei Comuni pari a 4.290.065 euro, si tratta di somme attualmente in perenzione individuate dalla delibera Cipe del 2009, non comprese nell’obiettivo convergenza, che saranno versate all’Agenzia delle Entrate come fondi di bilancio per incrementare la dotazione finanziaria spettante a ciascun comune.

Tali somme verranno utilizzate dalla stessa Agenzia secondo quanto previsto dal comma 7 del Decreto Interministeriale del 2013 sulle Zone Franche Urbane. In tal modo Ministero e Comuni attiveranno le forme necessarie di reciproca collaborazione istituzionale, provvedendo anche al coinvolgimento delle Regioni coinvolte.

Appena definito l’iter ci attiveremo per dare tutte le informazioni ai soggetti interessati, anche attraverso l’istituzione di un apposito sportello che andrà a ricadere all’interno dell’Urp, perché questa importante forma di sostegno possa dare respiro a tante attività cittadine che rientrano nel perimetro della ZFU.

Siamo stati lungimiranti a non scartare del tutto questo strumento, pur fermo da anni, perché questo momento storico ne concretizza finalità e attuazione. Gli uffici si stanno già preparando per anticipare l’avvio della misura, investendo l’ufficio Toponomastica al fine di rendere aggiornate le perimetrazioni della zona interessata”.

 

 

Articolo offerto da: