Aperto il parcheggio di Strada Comunale Piana

Un tratto del parcheggio di Strada Comunale PianaUn tratto del parcheggio di Strada Comunale Piana

Apre dopo tanta attesa il parcheggio situato fra Strada Comunale Piana e via Volta.

Il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco Antonio Blasioli, il presidente della Commissione Lavori Pubblici Piernicola Teodoro e il consigliere Pierpaolo Zuccarini tagliano il nastro di uno spazio che potrà ospitare 50 stalli in una zona densamente abitata e frequentata sia da lavoratori che sportivi.

“Con l’apertura ufficiale del parcheggio un’altra bella opera, a lungo attesa, trova compimento – così – così il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli –  Non si tratta di un nostro progetto, il parcheggio è un PUE che risale al 2003/2004 ma che apre oggi, per la nostra tenacia nel seguire la pratica del collaudo fino alla definizione e messa a disposizione della città. L’area è stata acquisita dal Comune e la Commissione Urbanistica il 4 novembre del 2004 ha dato il placet al comprensorio, hanno aderito tutti i proprietari dei terreni interessati. Parliamo di un’area di sosta con 48 posti, con stalli riservati ad utenti disabili, messi gratuitamente a disposizione di Strada Comunale Piana e via Volta. L’area è stata aperta e a seconda di come verrà utilizzata adotteremo variabili per migliorarne l’uso, intanto permettiamo a chi abita in quelle zone dove insiste il divieto di sosta su entrambi i lati, di parcheggiare comodamente, ma anche a chi le frequenta, perché l’area è vicinissima agli uffici della Fater e a servizio delle vicine Poste, scuole e impianti sportivi presenti”.

“Tutto quello che fu deciso come Consiglio di Quartiere all’epoca si realizza oggi – aggiunge il presidente della Commissione Lavori Pubblici Piernicola Teodoro – chiedemmo che ci fosse un’area a parcheggio per via della natura della zona che risentiva della mancanza di spazi di sosta, all’epoca l’assessore era Candeloro e l’iter partì nel 2003. Non ho mai capito perché è rimasto fermo così a lungo, tutti si giustificavano con il fatto che mancavano perizie e documenti, questa Amministrazione ha proceduto a sbloccare le pratiche, dando al quartiere una struttura importante per i cittadini e per chi ha un’attività commerciale in zona. Abbiamo visto bene che quell’area doveva rimanere a servizio pubblico, perché avevamo capito qual era l’espansione in corso: siamo passati da una zona della città dove prima non c’era nulla ai tanti edifici residenziali e commerciali di oggi. Il merito va al lavoro di squadra che ha portato al completamento totale dell’intervento che finalmente è aperto”.

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto