Al via i lavori della pista ciclabile su viale Muzii

L'Assessore Civitarese, durante la conferenza stampaL'ssessore Civitarese

A breve su viale Muzii partiranno i lavori per la realizzazione della pista ciclabile.

A illustrare il progetto è stato l’assessore alla Mobilità, Stefano Civitarese nel corso di una conferenza stampa che si è svolta ieri mattina a palazzo di città. Oltre all’assessore sono intervenuti il dirigente del Settore Lavori Pubblici Giuliano Rossi, il Mobility manager del Comune Piergiorgio Pardi, i tecnici del Centro monitoraggio sicurezza stradale.

“Partirà a breve il cantiere della pista ciclabile in viale Muzii – annuncia l’assessore Stefano Civitarese Matteucci –L’idea di fondo è costituire una rete sicura, comoda e che consenta a chi usa la bici di utilizzare le arterie principali, perché le bici vanno dove vanno le auto e devono andare in sicurezza. Con il progetto Bici in rete avviato nel 2016, il piano triennale delle opere pubbliche 2015-2017 destina 250 mila euro all’anno per gli interventi sulla ciclabilità. La priorità è mettere in rete tutte le piste ciclabili esistenti, con l’obiettivo di raddoppiarle in pochi anni sul territorio e migliorare la qualità della vita e della mobilità cittadina. Obiettivi condivisi, oltre che condivisibili, perché il progetto arriva da un lavoro cominciato prima del 2016 da chi mi ha preceduto, fatto di incontri con tutti i soggetti portatori di interesse ai quali è stato illustrato il progetto e con i cittadini anche con questionari per recepire istanze e suggerimenti, comunicando passo dopo passo il cammino fatto. Per questo i lavori cominciano ora.

Inoltre studi autorevoli, fatti da decenni non solo in Italia rilevano che dove ci sono le bici cresce anche l’economia, aumentano l’appetibilità degli esercizi di vicinato: non accade solo in Danimarca, ma anche Francia, Svizzera e Italia, l’automobile non è l’unico mezzo portatore di ricchezza. E credo che una volta a regime la sostenibilità di cui Pescara ha bisogno per non finire nelle classifiche come città con la maglia nera per l’inquinamento o per le poche piste ciclabili, una volta realizzata creerà economia e la comunità ci chiederà altre piste ciclabili.

Perché questo cambiamento in meglio iniziasse abbiamo inserito il discorso avviato da Del Vecchio nel PUMS e, con una strategia più ampia che riguarda il trasporto pubblico per giungere a una sorta rete urbana cicloviaria. Abbiamo le risorse per farlo: 750.000 euro del Triennale delle Opere Pubbliche (250 solo per quelle di viale Muzii); 1 milione e 1.500.000 euro dal programma periferie e dai fondi Por Fesr per la mobilità sostenibile per cui avevamo chiesto all’UE circa un milione e ce ne hanno dati di più per esortarci ad andare avanti, perché è questo che ci preme”.

“Il contratto con l’impresa è stato firmato la scorsa settimana ed è stato autorizzato il direttore dei lavori per la consegna degli interventi – aggiunge l’ingegner Giuliano Rossi – e con il verbale conseguente avremo tutti gli strumenti per avviare le opere. L’impresa metterà la segnaletica lunedì e dopo 48 ore sarà possibile iniziare i lavori che non comporteranno la chiusura della strada che resta a doppio senso, in progress e dove necessario la ditta utilizzerà movieri e semafori per un senso unico alternato temporaneo. Sono circa 15 i posti auto regolari che saranno rimossi. La pista sarà protetta da un cordolo come da regolamento di 50 cm, con l’appalto successivo lo metteremo anche omologato con la viabilità per dividere la sede della pista ciclabile dalla strada. La durata dei lavori è di 90 giorni per tutti e due i tratti, entro 45 giorni sono quelli previsti per la pista su viale Muzii. Di più verranno regolarizzati anche gli attraversamenti che saranno dotati di scivoli a norma”

 

 

 

 

Articolo offerto da: