All’Italia i mondiali di beach handball 2020: Pescara e Montesilvano le sedi

beachBeach handball

L’Italia sarà la sede dei Campionati Mondiali 2020 di Beach Handball maschili e femminili. La decisione della IHF (International Handball Federation) ha premiato la candidatura italiana per la manifestazione che si svolgerà nelle città di Pescara e di Montesilvano nel luglio del 2020.

Successo storico per la FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball), che ospiterà per la prima volta nella sua storia il massimo evento di portata globale di questa disciplina. Tutto questo, in una fase di grande ascesa del Beach Handball, che due anni prima del Mondiale in Italia, nell’ottobre 2018, debutterà tra gli Sport degli YOG (Youth Olympics Games) a Buenos Aires, in Argentina. E anche in quell’occasione l’Italia sarà, con la sua Nazionale U18 maschile, ai nastri di partenza dopo l’argento ai Mondiali U17 dell’estate scorsa alle Mauritius.

Una notizia accolta con entusiasmo dal sindaco di Pescara Marco Alessandrini e dall’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi:  “Siamo davvero orgogliosi di far crescere l’importanza della nostra città nei massimi circuiti sportivi di questa disciplina. Il 2020 è alle porte, la nostra città saprà accogliere e rilanciare eco e valore dei Campionati, com’è accaduto fino ad oggi per tutti gli altri eventi sportivi internazionali che abbiamo avuto la possibilità di ospitare. Pescara è una città di mare e può dirsi a pieno titolo Città dello Sport, un binomio che è nella nostra storia e che ha sempre prodotto risultati di grande effetto. E’ dunque un grande traguardo che anche il Beach Handball possa trovare spazio nel nostro scenario naturale e nel fermento che siamo certi si creerà intorno alla manifestazione”.

Grande è la soddisfazione espressa dal Presidente Federale, Pasquale Loria: “Dietro questo risultato così importante e prestigioso per la nostra Federazione c’è stato un grande lavoro di squadra. Quando ognuno dà il massimo nel suo ambito, nel suo ruolo, si ottengono risultati importanti. Il mio primo ringraziamento va, allora, a chi ha portato avanti il progetto di questa candidatura all’interno della Federazione. Ringrazio il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e il Presidente Malagò per averci supportato sin dal principio. Grazie alla IHF, al Presidente Moustafa, per aver dimostrato di credere fortemente nell’Italia. Questa assegnazione è un atto concreto da parte della Federazione Internazionale, è dimostrazione di una rinnovata predisposizione nei confronti della FIGH e del Movimento italiano”.

Il grazie va anche alle città di Pescara e Montesilvano, scenari dell’evento: “Ringrazio il Governatore della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, e le amministrazioni comunali, nelle persone dei sindaci di Pescara, Marco Alessandrini, e di Montesilvano, Francesco Maragno, per aver creduto in questo progetto assieme alla FIGH. L’Abruzzo, e in particolare la costa pescarese, sapranno essere la location perfetta per un evento di questa portata. I Mediterranean Beach Games del 2015, un enorme successo organizzativo, sono stati dimostrazione tangibile dell’attitudine di questa terra ad ospitare grandi appuntamenti sportivi di questo genere. Siamo pronti a lavorare fianco a fianco con le Istituzioni nazionali e del territorio per creare un Mondiale di Beach Handball che possa rivelarsi memorabile”.

L’ufficialità è giunta all’esito dei lavori del XXXVI Congresso della IHF tenutosi ad Antalya (Turchia) nel fine settimana. Il cammino verso #Pescara2020, ora, può ufficialmente prenderà il via.

L’ITALIA NEL BEACH HANDBALL – Il feeling tra l’Italia e la disciplina del Beach Handball nasce parallelamente alle origini di questa disciplina: è in Italia, infatti, che viene concepito il regolamento della versione da spiaggia della Pallamano, il cui sviluppo su scala mondiale vive una fortissima accelerazione. Ne sono dimostrazione l’apertura – con un match di esibizione a Losanna – da parte del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) e l’ingresso tra gli Sport degli Youth Olympics Games del 2018 in Argentina.

PALMARES AZZURRO – Il palmares azzurro si compone di 9 medaglie, di cui 3 ori (Europei femminili 2009, World Games femminili 2009, Mediterranean Beach Games femminili 2015), un argento (Mondiali U17 maschili 2017) e 5 bronzi (Mondiali femminili 2004, Europei U19 maschili 2009, Europei femminili 2009, Europei femminili 2015, Europei U16 maschili 2016).

PESCARA – La città di Pescara tornerà ad ospitare un grande evento estivo, dopo essere stata, con successo, teatro dell’edizione inaugurale dei Mediterranean Beach Games nell’estate 2015.

 

Articolo offerto da: