Pescara, Accademia internazionale del musical: iscrizioni fino al 30 ottobre

Conferenza stampa di presentazione dell'Accademia Internazionale del MusicalConferenza stampa di presentazione dell'Accademia Internazionale del Musical

di MICHELE BRUNETTI

Vanta collaborazioni con la New York Film Academy, Broadway, e l’American Musical Theatre Academy di Londra; già presente in cinque grandi città italiane, si consolida anche a Pescara: ecco l’Accademia Internazionale del Musical.

Presentata da Silvano Torrieri, direttore didattico nonché attore e regista, l’Accademia Internazionale del Musical è stata illustrata come una nuova realtà impegnata nella formazione artistica di giovani talenti. Dopo un discorso introduttivo dell’assessore alla cultura Di Iacovo, Torrieri, insieme agli altri insegnanti accademici presenti in Comune per la conferenza, prende la parola e passa ai dettagli.

L’accademia concentra la sua attenzione sulla formazione dell’artista con un orientamento multidisciplinare, specificatamente nel settore del musical, anche se dopo diversi anni è arrivata la decisione di ampliare le scelte formative, arricchendosi di una classe orchestrale formata da giovani musicisti talentuosi del territorio. Le iscrizioni saranno aperte fino al 30 ottobre. Come obiettivi, il corso si prefigge in primis quello di sviluppare nell’allievo le diverse tecniche interpretative in tutte le discipline proposte.

La formazione artistica verrà impreziosita grazie all’organizzazione di seminari di approfondimento con i migliori esperti nazionali ed internazionali del settore. Altro punto cruciale sarà l’esperienza sul campo con la messa in scena dei testi studiati e sviluppati durante il percorso accademico in vista dei projet work di fine corso, con l’auspicio di realizzare tante altre collaborazioni con la città di Pescara. I corsi inizieranno l’ultima settimana di ottobre e si concluderanno la prima settimana di giugno. I candidati saranno ammessi alla frequenza dei corsi mediante una selezione su chiamata per l’eventuale audizione.

I giovani artisti selezionati dovranno affrontare una prova di canto, danza e recitazione. Quelli che la supereranno e che saranno considerati idonei sosterranno una seconda fase che prevede un colloquio psico-attitudinale. Il progetto formativo prevede l’assegnazione di due borse di studio, ma dalla conferenza è emersa la possibilità di elargirne altre anche solamente parziali. “Per noi è un grande vanto dare borse di studio e far studiare qui i nostri allievi abruzzesi – afferma il direttore – questo riduce notevolmente i costi per loro”. Il numero complessivo dei posti disponibili non supererà i venticinque allievi e il calendario didattico, in via di definizione, sarà consegnato poco prima dell’avvio dei corsi.

Articolo offerto da: