Paolo Russo in concerto, sabato 21 ottobre al Florian di Pescara

Paolo RussoPaolo Russo

Paolo Russo apre il sipario della stagione conceristica sabato 21 ottobre alle ore 21 presso la sede del Teatro Florian: l’associazione musicale JAM&S, in collaborazione con il Florian Espace presenterà un concerto in bandoneon solo con il musicista pescarese
che vive a Copenhagen in Danimarca da oltre 21 anni.

Così ci racconta Paolo Russo: “Il suono di questo strumento unico nel suo genere è comunemente associato al tango argentino (e ai suoi sotto-generi derivati), attraverso l’eredità dei suoi principali interpreti, come Anibal Troilo, Leopoldo Federico, Astor Piazzolla, Néstor Marconi – solo per citarne alcuni. In realtà, è originariamente nato in Germania a metà del 1850, come organo portatile per la musica religiosa e poi è stato esportato nell’America del Sud, nella zona del Rio De
La Plata (Buenos Aires, Montevideo), dove ha trovato nuova vita – per lo più nelle mani d’immigrati italiani – laddove il tango iniziò a svilupparsi e a fiorire. Nel corso degli anni ’60 e ‘70, soprattutto grazie alla forte personalità emergente del grande maestro Astor Piazzolla, ha trovato una nuova identità come strumento solista. Dopo un periodo relativamente buio, verso i primi anni ’90 il Tango ha visto un’enorme rinascita, grazie alla quale, accanto alle nuove generazioni di “tangueros”, sono emerse anche nuove tendenze, attraverso cui alcuni musicisti, tra i quali io stesso, si spingono verso la ricerca di modi alternativi, contaminazioni di generi e di situazioni diverse in cui utilizzare il bandoneon.”

Paolo Russo ha incontrato il bandoneon nel 2001. La sua formazione classica come pianista, sotto la guida di Rachele Marchegiani in Italia, la componente jazzistica sviluppata presso il Rytmisk Musikkonservatorium di Copenhagen, e l’approfondimento sul tango e sul bandoneon nei numerosi (14) viaggi in Argentina, gli sono stati di grande aiuto nello scoprire ed esplorare questo strumento. Dopo la sua prima pubblicazione nel dicembre del 2015 (Bandoneon Solo Vol. I – Jazz Standards), Paolo Russo, con questo nuovo album, il volume secondo del suo progetto come bandoneon solista,
invita il pubblico a lasciarsi travolgere dal suono misterioso e nostalgico del bandoneon e a lasciarsi condurre in un breve, intimo viaggio attraverso il suo universo musicale, guidati dalla sua voce unica, nella sua più autentica espressione e questa volta con tutti pezzi originali.

Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione di uno dei massimi esponenti della critica e della didattica della musica afro-americana, non solo in Italia, ma a livello internazionale: Stefano Zenni. Dopo il concerto, ci sarà un breve incontro del musicista col pubblico, in cui sarà possibile porre domande, sempre con Zenni come moderatore ed ottenere la propria copia personale di libro e disco firmata.

Biglietto: € 15 Ridotto: € 10 (soci JAM&S e scuola Florian)
Info e prenotazioni per tel.: 085 4224087/2406628 393 9350933
Info e prenotazioni via email: organizzazione@florianteatro.it, soci@assojames.org

Articolo offerto da: