Biancazzurri, Zampano: “Sono felice di essere rimasto a Pescara”

Francesco Zampano, in azione contro il CittadellaFrancesco Zampano in azione contro il Cittadella

Francesco Zampano, terzino del Pescara, risponde alle critiche che gli sono piovute addosso negli ultimi giorni, soprattutto dopo l’opaca prestazione offerta domenica scorsa contro il Cittadella.

In occasione dell’evento che si è svolto ieri al Pescara store, organizzato dall’azienda Cocco Pelletterie di Sulmona che ha fornito i trolley da viaggio ai calciatori della prima squadra, il giovane terzino Zampano ha approfittato per chiarire alcuni punti: “Le persone pensano che io sia rimasto con il Pescara controvoglia. Al contrario, io sono qui sereno e felice: lo sanno sia l’allenatore che la società. Solo all’allenatore e alla società devo dimostrare che sono rimasto con la testa giusta. Non mi curo affatto di ciò che dice o pensa la gente. Mi alleno sempre al 100%. Sarei un ipocrita se sostenessi che non mi abbia fatto piacere l’interessamento di club di serie A. Ritengo che sia normale per un giovane, ma è finita lì. Alla vigilia della prima partita ho avuto un virus e sono andato in ospedale. C’è chi ha dubitato. Pazzesco! Poi mi sono infortunato alla caviglia. Successivamente, il mister non mi ha schierato. Scelta legittima. Nel mio ruolo c’è grande concorrenza. Siamo quattro terzini in grado di giocare e chi sta meglio gioca.  Con mister Zeman nessun problema. La storia del compleanno? Ha fatto una battuta. Tutto chiarito. Devo ancora dimostrare per intero il mio valore. Sono ancora a Pescara per questo”.

Finora il Pescara non è ancora riuscito ad assimilare gli schemi tattici di mister Zeman, ma Zampano non la pensa così: “Non sono d’accordo, noi crediamo alle sue idee e a breve si vedranno i frutti. Il mister ci chiede poche cose ma semplici, non sarà un problema assimilarli. Servirà solo un po’ di tempo, ma riusciremo ad applicare il suo calcio”. Sabato prossimo il Pescara sarà di scena al Tardini di Parma ma Zampano non fa sconti: “ Noi scendiamo in campo sempre per vincere contro chiunque. Alla fine faremo i conti”.

 

 

Articolo offerto da: