Pescara, Cesare Bovo: “Sono contento di essere rimasto”

Cesare Bovo, difensore del Pescara, durante la conferenza stampaCesare Bovo

Ripresa degli allenamenti a Poggio degli Ulivi ieri pomeriggio per il Pescara, in vista della sfida fissata domenica ad ora di pranzo in casa con il Cittadella.

Alla seduta di allenamento non hanno partecipato: Mancuso, Campagnaro, Palazzi e Perrotta che hanno svolto una seduta differenziata, mentre per Proietti ha effettuato le terapie fisiche.

Cesare Bovo, 34 enne difensore del Pescara, da due giornate è diventato titolare inamovibile della formazione di Zeman. È un difensore centrale, nato come terzino sinistro, abile con la palla fra i piedi e in grado di occupare tutti i ruoli nella difesa a 3 o a 4. Ha un tiro potente e preciso ed è abile nel gioco aereo, nei calci piazzati e ad impostare il gioco dalla difesa.

Dal suo ingresso in campo, il Pescara sofferente di amnesie difensive ha tratto di sicuro giovamento, ma lui non si scompone: “ Sono contento per me e la squadra, ma c’è ancora da lavorare. Bisogna crescere – dichiara l’esperto difensore – come chiede Zeman. Sabato abbiamo, conquistato tre punti importanti su un terreno difficile, ma non bisogna mollare la presa.”

Cresciuto calcisticamente nella Roma, Bovo ha militato in squadre importanti come: Roma, Parma, Palermo, Genoa e Torino, tutte in serie A.  Quest’estate era stato messo nella lista dei partenti , ma lui nelle ultime due giornate ha smentito tutti: “ Non ho mai pensato di andare via, – dice Bovo – ho sentito tante cose sul mio conto, ma non avevo dubbi sulla mia scelta. Con Zeman ho sempre avuto un buon rapporto e lui mi ha dimostrato di stimarmi. Sono stato fuori per un problema fisico e adesso voglio recuperare il tempo  perso. Siamo una buona squadra – afferma Bovo – e possiamo migliorare tanto.”

Dopo aver militato nella massima serie Bovo, si ritrova nella serie cadetta, ma per l’estremo difensore del Pescara, ciò non è un problema: “La categoria non è un problema per me, sono arrivato l’anno scorso in una situazione poco facile, ma ho fatto questa scelta con grande passione . Ho il contratto fino al 2018 e vorrei fare bene per riscattarmi dopo alcuni problemi fisici.”

Articolo offerto da: