Pescara – Cremonese termina a reti bianche: biancazzurri poco incisivi

Mirko Pigliacelli, durante Pescara - CremoneseMirko Pigliacelli, durante Pescara - Cremonese

Pescara – Cremonese 0-0: quarto pareggio consecutivo ma questa volta senza reti per la squadra di Zeman che allo Zini di Cremona si presenta poco zemaniano in una gara che non ha regalato grandissime emozioni.

La sfida con i grigiorossi è stata anche la prima della stagione senza gol all’attivo ma soprattutto con la difesa almeno immacolata. Il pareggio conquistato in terra lombarda non può però far fare salti di gioia ai tifosi biancazzurri perché dopo sei giornate, e con una sola vittoria all’attivo, i numeri collocano  il Delfino nel limbo e nella mediocrità di metà classifica. Due i legni colpiti nel corso della partita: uno dalla Cremonese con Pesce e l’altro dal Pescara con Brugman.

Nel primo tempo da registrare solo un’azione pericolosa della Cremonese: al 5’  Brighenti colpisce con un tiro al volo dal limite dell’area la traversa con Pigliacelli che salva.

Il primo tempo termina sul risultato di parità con il Pescara che non ha creato occasioni particolari nell’area della Cremonese; la squadra lombarda dal canto suo è stata molto attiva con diverse opportunità create, ma non concretizzate.

Nella ripresa la musica cambia con il Pescara che si rende pericoloso in numerose circostanze senza mai trovare la via della rete.

Si deve attendere il 69’ per vedere un’occasione del Pescara: punizione di Del Sole dalla destra ad indirizzo dei saltatori, la difesa lombarda è brava ad allontanare la minaccia.

Preme sull’acceleratore il Pescara alla ricerca del vantaggio: al 76’  cross di Mazzotta dalla sinistra, Canini spazza.

Due minuti più tardi, il Pescara con Brugman centra il palo con una conclusione dal limite. Poi è Pettinari che deposita nella porta sguarnita, ma la rete viene annullata per fuorigioco. Il Pescara è alla continua ricerca del gol: all’83’ ci prova con un cross di Zampano che si spegne direttamente sul fondo.

Nei minuti di recupero è ancora il Pescara che si rende pericoloso: con una punizione, Kanoutè s’incarica della battuta e conclude con un desto a giro mentre il portiere della Cremonese vola e spedisce il pallone all’incrocio dei pali.

 

91’ COMMENTI FINALI

A fine partita il tecnico del Pescara, Zeman, si presenta in sala stampa rilasciando poche dichiarazioni: “Noi purtroppo la prima mezz’ora siamo rimasti nel pullman, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio dal centrocampo in su”. E prosegue ai microfoni di Sky: “Penso che la differenza di età specialmente oggi si sia vista, noi siamo giovani e proviamo a giocare e certe volte molliamo un po’ come nelle scorse partite. Oggi abbiamo prodotto poco anche se penso che squadre come la Cremonese non ci sono in Serie B. Dopo la prima mezz’ora abbiamo fatto meglio, siamo stati aggressivi e c’è stato più equilibrio. Coulibaly? È cresciuto nel corso della partita”.

Soddisfatto del punto conquistato è il tecnico della Cremonese, Attilio Tesser, che commenta così la partita: “Sono più preoccupato di queste partite dove concediamo poco e raccogliamo pochi punti. Abbiamo contrastato bene il Pescara, una squadra che realizza tanti gol, e abbiamo anche avuto le nostre occasioni. Siamo sempre stati corti, aggressivi e propositivi, senza mai rallentare la manovra e chiudendo le loro fonti di gioco aggredendoli. Se c’è un gruppo sano sul campo si fanno cose buone e sappiamo cosa fare. Abbiamo giocato la partita che dovevamo senza dare loro alcuna libertà”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Articolo offerto da: