Impianto fanghi Città Sant’Angelo: la Regione notifica la decadenza

Il Sottosegretario Mazzocca annuncia l’avvio del procedimento di decadenza del provvedimento autorizzativo relativo al centro fanghi a Città Sant'AngeloIl Sottosegretario Mazzocca annuncia l’avvio del procedimento di decadenza del provvedimento autorizzativo relativo al centro fanghi a Città Sant'Angelo

Il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca annuncia l’avvio del procedimento di decadenza del provvedimento autorizzativo relativo all’impianto trattamento fanghi in contrada Piano di Sacco

Nello specifico, Mazzocca ha ricevuto dal Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo una nota con la quale si notifica alla società proponente l’avvio del procedimento relativo alla decadenza del provvedimento autorizzativo dell’impianto di trattamento fanghi nel Comune di Città Sant’Angelo (Pe). L’atto è stato emesso a causa del mancato inizio dei lavori entro il termine di dodici mesi  e della mancata messa in esercizio dell’impianto entro trentasei mesi dalla notifica dell’autorizzazione.

Contestualmente, la ditta è stata invitata a far pervenire le proprie controdeduzioni, improrogabilmente entro trenta giorni.

Il Servizio Gestione Rifiuti ha così assolto alla richiesta di verifica dello stato dell’iter amministrativo dell’impianto in questione, come emerso dall’ultimo comitato Via, sollecitato dalle Amministrazioni comunali della Valle del Fino e del Saline, oltre che da diversi comitati di cittadini.

ll Sottosegretario preannuncia la convocazione a breve di una conferenza stampa per illustrare dettagliatamente i diversi aspetti della complessa vicenda che ha avuto origine da un’autorizzazione risalente a oltre quattro anni fa.

Articolo offerto da:

Archidea