Abruzzo, crollano i prestiti alle imprese

Crollano i prestiti alle imprese d'AbruzzoCrollano i prestiti alle imprese d'Abruzzo

Crollano i prestiti alle imprese in Abruzzo: sempre meno credito al sistema produttivo

Secondo una ricerca condotta da Aldo Ronci per la Cna Abruzzo, la fine dello scorso anno ha visto da parte degli istituti un quantitativo di credito erogato verso le imprese sempre più scarso e con tassi d’interesse proibitivi.  L’indagine e’ stata presentata a Pescara, alla presenza del presidente e direttore della confederazione artigiana, Italo Lupo e Graziano Di Costanzo.

Come si legge nella nota stampa diramata sull’argomento, secondo dati Bankitalia il credito erogato ha subìto, nell’ultimo trimestre 2016, una flessione di 223 milioni rispetto al precedente: 23 miliardi e 131 milioni contro 23 miliardi e 354 milioni, con un valore percentuale di 0.95%.

A fare le spese dei tagli sono state le imprese con 220 mln in meno a società non finanziarie e otto a micro imprese.

Nella nostra regione, le quattro province abruzzesi vedono un picco nel teramano (-88 milioni, 3.87% in meno) mentre, nelle altre aree, le situazioni sono meno drastiche: Chieti (-57), L’Aquila (-51) e Pescara (-32).

ll comparto che ha subìto i tagli più sostanziosi è quello delle costruzioni (-163), seguono l’area dell’abbigliamento particolarmente penalizzata (-47) e l’industria manifatturiera (-93).

Tra le cause della drammatica situazione, secondo Ronci, figura anche il fatto che “le piccole banche abruzzesi non esistono più: sono tutte non abruzzesi e, quindi, meno sensibili alle peculiarità territoriali. Una situazione che ha comportato un decremento del credito erogato delle piccole banche di 95 milioni, in controtendenza con il sostegno assicurato nel passato”.

 

 

 

Articolo offerto da:

Archidea

Be the first to comment on "Abruzzo, crollano i prestiti alle imprese"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*