La Juventus vince a Pescara e allunga sulla Roma

Le formazioni all'entrata sul campoLe formazioni all'entrata sul campo

La Juventus vince a Pescara con il minimo sforzo e con il pensiero rivolto alla partita di ritorno dei quarti di Champions League.

I bianconeri, con la doppietta del solito Higuain, fanno loro la partita contro la formazione pescarese.

Allegri, opta per un turnover e lascia a riposo diversi elementi tra cui il portiere Gigi Buffon. Tutto accade nel primo tempo, quando prima al 22’ e poi al 43’ Higuain chiude la partita. Un Pescara generoso nulla può fare contro la prima della classe.

91’ interviste

Al termine della partita contro la Juventus, il tecnico del Pescara Zeman, durante la conferenza stampa commenta così:  «Abbiamo fatto quello che potevamo fare. Mi dispiace per il secondo gol perché non siamo riusciti a chiudere la palla. La squadra si muoveva bene, ma dopo il secondo gol c’è stata confusione. Abbiamo giocato contro una squadra che ha sempre vinto tanto, sono comunque contento per quello che ho visto. Brugman l’avevo provato in settimana, mi serviva per costruire qualcosa perché ho attaccanti che non ci riescono. Cerri è abbastanza fermo e Bahebeck è più giocatore individuale. Brugman invece ha i tempi e oggi si è sacrificato anche tanto in fase difensiva, cosa che ci serviva.

Muntari gioca in questo modo aggressivo da tanti anni, non è una novità. Vorrei vedere tutti, in questo momento ho dato possibilità quasi a tutti, solo alla fine farò valutazioni. Ma non voglio che la squadra si arrenda, voglio dei giocatori che meritino la permanenza l’anno prossimo. La vittoria dell’Empoli a Firenze è inaspettata, non stavano bene. I risultati a sorpresa nel calcio capitano, spero accada a noi la settimana prossima».

Prima dell’analisi della partita contro il Pescara, prima di commentare il vantaggio di otto punti sulla Roma, prima di focalizzarsi sulla Champions, Massimiliano Allegri fa il punto sulle condizioni di Dybala, costretto a uscire dopo un duro colpo subito in un contrasto con Muntari: «Ha rimediato una botta con distorsione, ma c’è da essere ottimisti», spiega il tecnico. E l’ottimismo è ovviamente riferito a un possibile impiego della Joya al Camp Nou, nella sfida che catalizza l’attenzione di tutti, già dopo il fischio finale di Di Bello all’Adriatico: «Il Barcellona ci aggredirà e sarà importante la prima mezz’ora. Dovremo giocare per segnare, un po’ come accaduto a Napoli, l’obiettivo è fare due gol. Serviranno coraggio e autostima, perché possiamo raggiungere la semifinale, anche se non sarà semplice».

Tornando al successo sul Pescara, Allegri elogia i suoi, ma non dimentica di muovere loro qualche appunto: «I ragazzi sono stati bravi a vincere, ma dovevamo gestire meglio la gara e non sprecare energie, visto il caldo. Non abbiamo sfruttato bene gli spazi e con la palla avremmo potuto fare meglio. Il vantaggio sulla Roma? Al momento loro possono arrivare a 90 punti, quindi noi dobbiamo farne 91. Ci sono ancora gare difficili e per ora dobbiamo concentrarci su quella di mercoledì, quindi sul Genoa».

Dopo le parole del tecnico Allegri, ecco quelle di Gonzalo Higuain, autore di una doppietta contro il Pescara: «Questa è una vittoria importante, una partita in meno per raggiungere il sesto Scudetto consecutivo, che è il nostro obiettivo». Contemporaneamente, un pareggio per la Roma in casa contro l’Atalanta, ma il Pipita non fa calcoli: «Noi dobbiamo pensare partita per partita, e guardare soltanto noi stessi».

E ora, obiettivo Barcellona: «Dobbiamo stare calmi e riposarci bene e preparare al meglio la partita contro il Barça, una sfida durissima. Andare in semifinale sarebbe davvero molto importante».

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "La Juventus vince a Pescara e allunga sulla Roma"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*