Case popolari, Pettinari (M5S) chiede segnali concreti

Case popolari, interviene Pettinari (M5S)Case popolari, interviene Pettinari (M5S)

Il consigliere regionale M5S Domenico Pettinari avanza una nuova richiesta di aiuto e di segnali concreti dal Governatore D’Alfonso per i residenti delle case popolari pescaresi

Fontanelle, Rancitelli, Zanni, Borgo Marino, San Donato, Gescal, Coperative Aternum e via Rigopiano, aree periferiche che, attraverso il consigliere pentastellato Pettinari, chiedono l’avvio della riqualificazione e denunciano nuovamente il disagio e degrado in cui i cittadini sono costretti a vivere.

In conferenza stampa, Pettinari spiega: “Come testimoniano i residenti nelle case Ater di Pescara e non solo, perché molte situazioni simili sono a Montesilvano ed in altri comuni della provincia, gli intonaci cadono dai cornicioni e ci sono infiltrazioni d’acqua che rendono gli ambienti umidi e pieni di muffa. Sono luoghi insalubri, certificati come tali anche la Asl, senza considerare quei palazzi dove gli ascensori sono rotti. Anziani e disabili, in alcuni casi, sono segregati in casa senza poter uscire”.

“Un giovane costretto a vivere in una periferia disagiata è condannato a crescere male – incalza – Questo non può più essere consentito. Durante la fase dell’ultima seduta utile per il bilancio di previsione 2017 del consiglio regionale abbiamo chiesto di stanziare circa 4 milioni di euro per le case di edilizia popolare. Attendiamo che il Presidente D’Alfonso dia finalmente un segnale concreto”.

Articolo offerto da: