Nuovo farmaco antitumorale studiato in Abruzzo

ricerca scientifica

I ricercatori di Mediapharma S.r.l. in collaborazione con l’Università dell’Aquila e l’Università G. D’Annunzio di Chieti, hanno messo a punto un nuovo potenziale farmaco antitumorale, chiamato 1959sss/DM3.

Lo studio, pubblicato su Journal of Controlled Release, descrive l’efficacia terapeutica di un prodotto appartenente alla classe di farmaci a bersaglio molecolare noti in inglese come “Antibody Drug Conjugate (ADC)”. Questi farmaci sono ottenuti legando potenti composti antitumorali ad anticorpi in grado di riconoscere selettivamente le cellule tumorali.

In laboratorio, il nuovo farmaco, ha dimostrato una potente attività antitumorale, curando il 90% dei tumori, quali il melanoma e il neuroblastoma, un tumore pediatrico assai aggressivo e privo di cure efficienti. Anche gli studi preliminari sulla tossicità hanno dato esiti piuttosto favorevoli.

I risultati relativi all’efficacia della nuova ADC sul neuroblastoma saranno presentati in anteprima al Meeting dell’American Association for Cancer Research che si terrà ad Atlanta (USA) il prossimo aprile.

Articolo offerto da:

Archidea